MSC tenta di accelerare il processo di recupero dei container caduti in mare tra Olanda e Germania

msc-zoe

Borkum,Germania, 6 gennaio 2019 – MSC Mediterranean Shipping Company sta subentrando direttamente nella pulizia delle acque e delle spiagge tedesche e olandesi, in seguito alla recente fuoriuscita il 2 gennaio scorso di 270 container dalla nave cargo ”MSC Zoe”, al largo delle coste olandesi e tedesche.

In stretta collaborazione con le autorità locali, MSC sta ora lavorando con un certo numero di società di recupero per dare slancio alla risposta iniziata il 2 gennaio. In alcune località, MSC sta anche rilevando contratti avviati dalle autorità locali come parte di una reazione di emergenza all’incidente, al fine di fornire una risposta sostenuta ed efficace. Tale operazione è coordinata da un’unica società di risposta specializzata, nominata da MSC e dai suoi assicuratori, al fine di centralizzare e monitorare i lavori di pulizia.

Il risanamento si concentra sulle coste olandesi e tedesche e in particolare sulle isole della Frisia come Vlieland, Terschelling, Ameland e Schiermonnikoog.

Vengono utilizzate attrezzature specialistiche per accelerare il processo di pulizia. Ad esempio, imbarcazioni veloci per il recupero e il traino di container alla deriva e navi per il tracciamento del sonar per il recupero sott’acqua. Queste barche utilizzano una funzione di presa idraulica a distanza per raccogliere le scatole.

Il 3 gennaio, solo a Terschelling, sono stati raccolti circa otto contenitori di materiali dalle rive dell’isola, con una macchina industriale per rastrellare le spiagge. È stato utilizzato un drone per analizzare l’area e pianificare una pulizia dettagliata del follow-up.

Alcuni materiali raccolti dalla costa della Frisia sono già stati riciclati e utilizzati come isolamento degli edifici. Si prevede che tutto il materiale raccolto dalle isole come parte dell’operazione di bonifica ufficiale verrà inviato in terraferma per la conservazione e il trattamento.

Mentre alcuni container sono già stati raccolti dopo l’incidente, per i container ancora in mare, MSC è grata per le operazioni di sorvolo da parte della tedesca Havariekommando, al fine di cercare di determinare la posizione dei box all’interno delle acque tedesche. MSC garantirà una corretta comunicazione degli aggiornamenti operativi alle autorità sia in Germania che nei Paesi Bassi.

MSC non sta dando un resoconto dettagliato del carico a bordo al pubblico in questo momento, poiché tali questioni sono spesso confidenziali tra la compagnia di navigazione ed i suoi clienti.

Tuttavia, in relazione ad alcuni rapporti delle autorità sulle merci pericolose, MSC informa che “al momento non siamo a conoscenza di alcun danno pubblico causato dal carico in container trasportati da MSC rovesciato fuori bordo”.

Tuttavia, i membri del pubblico sono invitati a prestare attenzione quando incontrano contenitori o altri materiali sulle spiagge e a segnalare eventuali scoperte alle autorità locali, in modo che possano trasmettere le informazioni a coloro che sono responsabili dell’operazione di pulizia ed evitare inutili lesioni personali.

In particolare, occorre prestare attenzione a contenitori o bidoni etichettati come aventi contenuto pericoloso e questi devono essere toccati solo sotto la supervisione delle autorità o degli esperti di pulizia.

MSC è grata alle azioni civiche di molti membri del pubblico, che hanno volontariamente assistito con la pulizia delle spiagge. L’azienda chiede ai volontari di lavorare in collaborazione con le autorità e le società di risposta nominate ufficialmente.
“Ci impegniamo a supportare questa operazione di pulizia per tutto il tempo necessario”, ha dichiarato il gigante delle spedizioni nel suo comunicato stampa.

Fonte MSC

EDI.MAR. sas di Gennaro Scotto Pagliara P.IVA 07668030633 - Tutti i diritti sono riservati ® Copyright 2008