Federazione del Mare celebra i 25 anni dalla sua fondazione.

logo-confitarma

Federazione del Mare chiede più attenzione al cluster marittimo italiano in vista delle elezioni europee.

Il Consiglio presieduto da Mario Mattioli, ha approvato il bilancio preventivo per il 2019, ha rinnovato il mandato di segretario generale della Federazione a Carlo Lombardi ed ha definito gli eventi che si terranno nel corso dell’anno per celebrare il Venticinquennale dell’organizzazione del cluster marittimo nazionale. In vista delle prossime elezioni del Parlamento europeo, nel corso della riunione è emersa l’esigenza di richiamare con forza all’ attenzione delle forze politiche italiane la necessità di dare al cluster marittimo, nei programmi e nei dibattiti della prossima campagna elettorale, uno spazio adeguato alla sua importanza economica e sociale per un paese manifatturiero povero di materie prime e a forte connotazione turistica come il nostro.

“Prima dell’inizio della campagna elettorale– ha affermato Mario Mattioli – invieremo a tutte le segreterie dei partiti una nota che sottolinei l’importanza del cluster marittimo e solleciti la definizione di programmi e la scelta di candidati che mettano in rilievo le questioni marittime e la loro tutela a livello europeo. La Federazione del Mare ritiene indispensabile che i parlamentari individuati dalle forze politiche nazionali quali referenti nel nuovo Parlamento europeo del mondo marittimo, cui questo possa rivolgersi per condividere le strategie di sviluppo, segnalare problematiche e trovare tutela adeguata in seno all’ Ue, abbiano la necessaria conoscenza e competenze del settore e si dichiara pronta ad incontrarli, in un confronto costruttivo che apra nuove prospettive in Europa per il cluster marittimo tricolore.

Dobbiamo sapere di poter contare, non solo come Federazione del Mare, ma anche come singole organizzazioni marittime di settore sull’attenzione dei deputati europei, scelti dagli elettori per rappresentare gli interessi di cittadini e imprese italiani nel processo legislativo dell’Unione”.

ITS Fondazione G. Caboto consegna diplomi a 20 allievi: il 7 febbraio si è tenuta a Gaeta la Cerimonia di consegna dei Diplomi ITS Fondazione G. Caboto. Dopo l’introduzione dell’Esame Unificato, oltre al Diploma Tecnico Superiore i 20 allievi dell’ ITS Fondazione G. Caboto hanno conseguito anche il Certificato di Competenza di Ufficiale di Coperta o di Macchina, titolo necessario per intraprendere la carriera marittima. Durante la Cerimonia, è stata comunicata l’istituzione, da parte dell’ ITS Fondazione G. Caboto, di due Borse di Studio (intitolate al giovane allievo Daniele Viola, prematuramente scomparso a inizio 2018) rivolte ai Diplomati dell’Istituto Tecnico Nautico di Gaeta che intenderanno frequentare l’ ITS. Le Borse di Studio corrisponderanno all’ esonero delle tasse di iscrizione per il biennio di formazione e rappresentano quindi un ulteriore impegno dell’ ITS per diffondere la formazione e la cultura del mare. “L’I.T.S. Fondazione G. Caboto in questi otto anni si è dimostrato una straordinaria opportunità per i giovani professionisti del comparto marittimo italiano – ha dichiarato il Presidente Cesare d’Amico – I 180 giovani allievi a cui abbiamo dato l’opportunità di un imbarco e che hanno già conseguito il titolo rappresentano un patrimonio per il futuro del nostro settore, nonché una speranza per il nostro Paese.

Mobilitare tutte le migliori energie per mettere a sistema le eccellenze del sistema formativo e imprenditoriale consente di arrivare a questi prestigiosi traguardi. È un orgoglio vedere ragazzi così motivati, preparati e capaci di rappresentare un valore aggiunto rispetto al ruolo che ricopriranno nel mondo del lavoro”.

EDI.MAR. sas di Gennaro Scotto Pagliara P.IVA 07668030633 - Tutti i diritti sono riservati ® Copyright 2008